PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L’INTEGRITA’ 2016-2018

IPASVI – COLLEGIO DELLA PROVINCIA DI PORDENONE
Piazzetta Ado Furlan n.2
33170 PORDENONE
C.F. 91007750937
1) SITO WEB ISTITUZIONALE
Nel sito web di IPASVI – COLLEGIO DELLA PROVINCIA DI PORDENONE è stata istituita l’apposita sezione
denominata “Amministrazione Trasparente” al cui interno sono pubblicati i dati, le informazioni e i
documenti secondo lo schema contenuto nell’Allegato 1) al Decreto Legislativo n.33/2013 e in base alle
linee guida emanate con deliberazione n. 50/2013 della CIVIT, ora A.N.AC., che nello specifico disciplinano
la struttura delle informazioni sui siti istituzionali delle PA.
Viste le peculiarità degli Ordini e Collegi professionali, quali particolari Enti pubblici non economici e alla
luce della Delibera ANAC n. 145 del 21 ottobre 2014 “Parere dell’Autorità sull’applicazione della l. n.
190/2012 e dei decreti delegati agli ordini e ai collegi professionali” la sezione “Amministrazione
Trasparente” del sito web è stata adattata e modificata rispetto le previsioni normative poco compatibili.
La presentazione dei dati da pubblicare obbligatoriamente nella sezione “Amministrazione Trasparente” del
sito web istituzionale è organizzata in sotto-sezioni, di primo e di secondo livello, con specifica
denominazione.
Al verificarsi della necessità di pubblicare nella sezione “Amministrazione Trasparente” informazioni,
documenti o dati che sono già pubblicati in altre parti del sito, è stato inserito, all’interno delle Sezioni di
primo e secondo livello un collegamento ipertestuale ai contenuti stessi, in modo da evitare duplicazioni di
informazioni all’interno del sito medesimo.
L’utente accede ai contenuti di interesse della sezione “Amministrazione Trasparente” senza dover
effettuare operazioni aggiuntive; di fatto tutti i dati ivi contenuti sono liberamente accessibili senza
necessità di registrazioni, password o identificativi di accesso.
Nella sezione “Amministrazione Trasparente” del sito istituzionale di IPASVI – COLLEGIO DELLA PROVINCIA
DI PORDENONE alcune voci di tale schema sono state omesse in quanto non riferibili alla specifica natura
istituzionale dell’Ente.
Il sito web di IPASVI – COLLEGIO DELLA PROVINCIA DI PORDENONE è gestito con l’ausilio tecnico di Gagliardi
Luciano.
2. PROCEDIMENTO DI ELABORAZIONE E ADOZIONE DEL PROGRAMMA
Il Consiglio IPASVI – COLLEGIO DELLA PROVINCIA DI PORDENONE ha nominato Anna Carla Damiani quale
Responsabile per la prevenzione della corruzione e della trasparenza, ai sensi dell’art. 7 della L. 190/2012 e
art 43 D.lgs. 33/13.
Nello svolgimento dei compiti assegnati, il Responsabile della trasparenza collabora e si coordina con
dipendenti e con il Consiglio nel comune obiettivo di perseguire la trasparenza dell’azione amministrativa e
contrastare eventuali fenomeni corruttivi.
Attraverso il Programma triennale per la trasparenza e l’integrità e la sua concreta attuazione, IPASVI –
COLLEGIO DELLA PROVINCIA DI PORDENONE intende realizzare i seguenti obiettivi:
2
1) la trasparenza – quale accessibilità totale delle informazioni concernenti l’organizzazione e l’attività
dell’amministrazione, allo scopo di favorire forme diffuse di controllo sulle funzioni istituzionali e
sull’utilizzo delle risorse;
2) il diritto alla conoscibilità – per realizzare gli obiettivi del D.lgs. 33/2013, il legislatore ha codificato il
“diritto alla conoscibilità” (art.3). Il diritto alla conoscibilità dei cittadini è speculare al dovere di trasparenza
e pubblicazione a carico delle amministrazioni.
3) l’accesso civico – strumentalmente al diritto alla conoscibilità, il legislatore ha codificato “l’accesso civico”
(art. 5). Si tratta del diritto riconosciuto a chiunque di richiedere documenti, informazioni e dati
obbligatoriamente conoscibili qualora non siano stati pubblicati.
4) l’integrità, l’aggiornamento costante, la completezza, la tempestività, la semplicità di consultazione, la
comprensibilità, l’omogeneità, la facile accessibilità delle informazioni e dei dati pubblici relativi all’attività
ed organizzazione amministrativa.
Il Responsabile della Trasparenza svolge stabilmente un’attività di controllo sull’adempimento da parte
dell’amministrazione degli obblighi di pubblicazione previsti dalla normativa vigente, assicurando la
completezza, la chiarezza e l’aggiornamento delle informazioni pubblicate, verificando la regolare
attuazione dell’accesso civico.
3. MODALITÀ DI COINVOLGIMENTO DEGLI STAKEHOLDER E RISULTATI DEL COINVOLGIMENTO
Con il termine stakeholder (letteralmente: portatore di interesse) si individuano i soggetti influenti nei
confronti di un’iniziativa o di un progetto.
Nel caso specifico, cioè in riferimento alla trasparenza della pubblica amministrazione, fanno parte di
questo insieme i collaboratori e gli utenti finali del servizio (principalmente gli iscritti IPASVI – COLLEGIO
DELLA PROVINCIA DI PORDENONE, altre pubbliche amministrazioni della Sanità regionale, della Sanità
privata e dipendenti dell’ORDINE)
Il coinvolgimento e l’interazione con i vari stakeholders avverrà attraverso la segnalazione di eventuali
osservazioni riguardanti disservizi e soprattutto i relativi suggerimenti di miglioramento. Segnalazioni
potranno essere presentate direttamente al Responsabile della Trasparenza
Al fine di monitorare e migliorare il sistema della trasparenza le pubbliche, IPASVI – COLLEGIO DELLA
PROVINCIA DI PORDENONE effettua un monitoraggio costante degli accessi a tutte le sezioni del proprio
sito istituzionale, ed in particolare alla sezione “Amministrazione trasparente”.
4. INIZIATIVE DI COMUNICAZIONE DELLA TRASPARENZA: L’EVENTO “TRASPARENZA”
L’attuazione della disciplina legislativa della trasparenza non si esaurisce nella mera pubblicazione on line,
deve anche prevedere apposite iniziative volte a realizzare effettivamente un adeguato livello di pubblicità
e accessibilità ai documenti e alle informazioni, ma, soprattutto, deve esplicarsi in un atteggiamento
proattivo di tutti gli uffici e degli amministratori, finalizzato a far conoscere i modi di fruizione dei servizi da
una parte e le politiche pubbliche locali dall’altra parte.
Il Programma triennale è innanzitutto uno strumento rivolto agli iscritti ed ai cittadini. Ne consegue
l’importanza che nella redazione del documento sia privilegiata la chiarezza espositiva e la comprensibilità
dei contenuti.
Il presente Programma sarà pertanto messo a disposizione di tutti in formato elettronico e pubblicato sul
sito istituzionale nella sezione “Amministrazione trasparente”, così come previsto dall’art.10, c.8, lett. a) del
D.lgs. 33/2013, utilizzando un formato aperto di pubblicazione.
In sede di assemblea di presentazione e approvazione del Bilancio, si terrà un intervento organizzato al fine
di favorire lo sviluppo di una cultura amministrativa orientata alla trasparenza, all’accessibilità totale,
all’integrità e alla legalità.
3
Tale intervento, così come prevista dal decreto legislativo 150/2009, art. 11, prende il nome di “Evento
Trasparenza”.
L’Evento Trasparenza ha la finalità di coinvolgere gli iscritti per promuovere e valorizzare la trasparenza e
raggiungere i seguenti obiettivi:
– attraverso la partecipazione degli iscritti e dei cittadini, individuare le informazioni di concreto interesse
per la collettività;
– coinvolgere iscritti e cittadini nell’attività dell’amministrazione, per migliorare la qualità dei servizi.
L’Evento Trasparenza, costituisce un’occasione privilegiata di ascolto e di confronto con gli iscritti ed i
cittadini ed ogni soggetto portatore di interesse sui principali aspetti dell’azione amministrativa dell’ente.
Nell’ambito dell’Evento Trasparenza, vengono presentati: la sezione “amministrazione trasparente” del sito
di IPASVI – COLLEGIO DELLA PROVINCIA DI PORDENONE, il Programma triennale per la trasparenza e
l’integrità, le modifiche al modello organizzativo 231 aziendale alla luce del Piano di prevenzione della
corruzione e della L. 190/12.
5. PROCESSO DI ATTUAZIONE DEL PROGRAMMA
Il Responsabile della Trasparenza assicura l’adempimento degli obblighi di trasparenza, prestando la
massima collaborazione nell’elaborazione, reperimento e trasmissione dei dati soggetti all’obbligo di
pubblicazione sul sito istituzionale.
Quando è prescritto l’aggiornamento “tempestivo” dei dati, ai sensi dell’art. 8 del D.lgs. 33/2013, la
pubblicazione avviene indicativamente nei sessanta giorni successivi alla variazione intervenuta o al
momento in cui il dato si rende disponibile.
Se viene prescritto l’aggiornamento “trimestrale” o “semestrale”, la pubblicazione è effettuata nei sessanta
giorni successivi alla scadenza del trimestre o del semestre. In relazione agli adempimenti a cadenza
“annuale”, la pubblicazione avviene nel termine di sessanta giorni dalla data in cui il dato si rende
disponibile o da quella in cui esso deve essere formato o deve pervenire all’Amministrazione sulla base di
specifiche disposizioni normative.
Ai sensi dell’art. 8 del D.lgs. 33/2013 i dati, le informazioni ed i documenti oggetto di pubblicazione
obbligatoria sono pubblicati per un periodo di 5 anni, decorrenti dal 1° gennaio dell’anno successivo a
quello da cui decorre l’obbligo di pubblicazione, e comunque fino a che gli atti pubblicati producono i loro
effetti, fatti salvi i diversi termini previsti dalla normativa in materia di trattamento dei dati personali e
quanto previsto per gli obblighi di pubblicazione concernenti i componenti degli organi di indirizzo politico
(art. 14 , c. 2) ed i titolari di incarichi dirigenziali e di collaborazione o consulenza (art. 15 c. 4) per i quali è
previsto l’adempimento entro tre mesi dall’elezione o nomina e per i tre mesi successivi dalla cessazione
del mandato o incarico dei soggetti.
Spetta al Responsabile della Trasparenza il monitoraggio e la vigilanza sullo stato di attuazione del
Programma triennale per la Trasparenza, assicurando la qualità dei dati pubblicati.
6. MISURE PER ASSICURARE L’EFFICACIA DELL’ISTITUTO DELL’ACCESSO CIVICO
L’Accesso civico (art. 5 del D.lgs. 33/2013) è il diritto di chiunque di richiedere i documenti, le informazioni o
i dati che le pubbliche amministrazioni abbiano omesso di pubblicare pur avendone l’obbligo.
La richiesta è gratuita, non deve essere motivata e va indirizzata al Responsabile della Trasparenza tramite:
– posta elettronica all’indirizzo PEC o di posta ordinaria di IPASVI – COLLEGIO DELLA PROVINCIA DI
PORDENONE
Il Responsabile della Trasparenza provvede, entro 30 giorni, a far pubblicare nel sito istituzionale il
documento, l’informazione o il dato richiesto e, contemporaneamente, comunica al richiedente l’avvenuta
4
pubblicazione, indicando il relativo collegamento ipertestuale; altrimenti, se quanto richiesto risultasse già
pubblicato, nel rispetto della normativa vigente, ne dà comunicazione al richiedente indicando il relativo
collegamento ipertestuale.
7. QUALITA’ DELLE INFORMAZIONI
IPASVI – COLLEGIO DELLA PROVINCIA DI PORDENONE persegue l’obiettivo di garantire, ai sensi dell’art.6 del
D. Lgs. 33/2013, la qualità delle informazioni pubblicate on line, nella prospettiva di raggiungere un
appropriato livello di trasparenza, nella consapevolezza che le informazioni da pubblicare debbono essere
selezionate, classificate e coordinate per consentirne la reale fruibilità.
Per tale ragione la pubblicazione di dati, informazioni e documenti nella sezione “Amministrazione
Trasparente” avviene nel rispetto dei criteri generali di seguito evidenziati:
1) completezza: la pubblicazione deve essere esatta, accurata e riferita a tutte le unità organizzative;
2) aggiornamento e archiviazione: la decorrenza, la durata della pubblicazione e la cadenza temporale degli
aggiornamenti sono definite in conformità a quanto previsto dalle norme di legge ed in particolare dalle
disposizioni del D.lgs. 33/2013;
3) dati aperti e riutilizzo: i documenti, le informazioni e i dati oggetto di pubblicazione obbligatoria sono resi
disponibili – per quanto tecnicamente possibili in relazione alle risorse di IPASVI – COLLEGIO DELLA
PROVINCIA DI PORDENONE e – in formato di tipo aperto e sono riutilizzabili secondo quanto prescritto
dall’art. 7 del D.lgs. 33/2013 e dalle specifiche disposizioni legislative ivi richiamate, fatti salvi i casi in cui
l’utilizzo del formato di tipo aperto e il riutilizzo dei dati siano stati espressamente esclusi dal legislatore.
Ove non sia possibile (ad esempio se oggetto della pubblicazione sono “copie per immagine di documenti
analogici”) IPASVI – COLLEGIO DELLA PROVINCIA DI PORDENONE pubblicherà il dato in formato PDF
immagine, salvo prevedere per il futuro formati idonei.
4) trasparenza e privacy: è garantito il rispetto delle disposizioni recate dal D.lgs. 196/2003 in materia di
protezione dei dati personali sensi degli artt. 1 comma 2, 4, comma 4 e 6 del D.lgs. 33/2013).
Pordenone 2016